VENDUTA LA VILLA DI MICHELANGELO, A FIRENZE

La storica dimora, che è stata casa e laboratorio del ‘padre’ della Cappella Sistina, è stata ceduta da Building Heritage, partner esclusivo per l’Italia di Forbes Global Properties Nella villa, sulle colline di Settignano, si trovava anche un’opera originale di Michelangelo Buonarroti   Nuovo proprietario per Villa Michelangelo, sulle colline di Firenze, l’unico edificio ancora esistente nella sua interezza, dove visse e lavorò Michelangelo Buonarroti. La storica dimora, costruita tra il XIV ed il XV secolo, è stata recentemente ceduta. La vendita è stata curata da Building Heritage, partner esclusivo per l’Italia di Forbes Global Properties, punto di riferimento del mercato Real Estate nel mondo. Situata nella parte alta di Settignano, a poca distanza dal centro di Firenze, la villa fu un’antica proprietà della famiglia dei Buonarroti. Nelle sue biografie, infatti, Michelangelo ricorda come, dopo la nascita a Caprese, si trasferì sulla collina fiorentina, dove una balia lo avrebbe allattato con “latte impastato con la polvere di marmo”, da cui derivò la sua precoce passione per la scultura. Qui Michelangelo crebbe e lavorò tanto che la dimora conservava ancora una sua opera originale, il Tritone, o Satiro, rimasta intatta ed attualmente nelle disponibilità dei precedenti proprietari.   La villa conserva ancora la sua struttura originaria e si sviluppa su quattro livelli, estendendosi per circa 900 metri quadri. L’edificio ha una torre interna quadrata, utilizzata come corpo di guardia, ed è circondato da un terreno composto da un piccolo frutteto e da una piantagione di 200 ulivi, per una superficie di quasi 1 ettaro. La facciata principale presenta 2 terrazze esterne ad arco aperte, mentre al piano terra vi è un terrazzo scoperto con tre volte a crociera con archi semicircolari.    “Questa vendita arriva a poca distanza dalla cessione di un prestigioso Boutique Hotel di Firenze, ceduto per 28 milioni di euro” – spiega Cinzia Romanelli, Ceo di Building Heritage – “Siamo particolarmente orgogliosi di poter annoverare nel nostro patrimonio, ville di altissimo valore storico e artistico, appartenute ai più importanti artisti italiani e non solo”.  

Confronta Strutture

Confronta